I pattern ottici di Claudia Comte in mostra a Roma

Dopo Desert X, dove aveva piantato un muro gigante di linee geometriche bianche e nere, Claudia Comte arriva in Italia con una mostra più trasversale.

Claudia Comte, La Ligne Claire, 2017

L’abbiamo vista la primavera scorsa nel deserto californiano di Desert X, con la sua installazione site specific Curves and Zigzags. Claudia Comte, nata in Svizzera nell’82, ora porta le sue trame astratte nelle sale di Basemet Roma con la mostra “La Ligne Claire” a cura di Samuel Leuenberger.

Vedi anche Desert X

Comte, che vive tra Berlino e Grancy, sembra ossessionata dai pattern definiti, il cui continuo ripetersi diventa illusione ottica, in uno scambio continuo tra bi e tridimensionalità. L’artista si allontana dal rigore dei suoi predecessori storici introducendo elementi totalmente estranei, che creano veri e propri corto circuiti visivi. Ecco che appaiono gigantesche stelle marine di marmo (assioma di essere vivente ‘geometrico’) e caricature di salsicce, a ricordarci il nostro status animale e imprevedibile. L’effetto complessivo è un work in progress energico e dinamico, in mostra fino a fine novembre.

Claudia Comte, La Ligne Claire, 2017
Claudia Comte, “La Ligne Claire”, vista dell’allestimento, Basement, 2017. Courtesy l’artista e König Galerie, Berlino
Titolo:
La Ligne Claire
Date di apertura:
fino al 29 novembre 2017
Artista:
Claudia Comte
Curatore:
Samuel Leuenberger
Galleria:
Basement
Indirizzo:
via Ricciotti 4, Roma

Ultimi articoli di Arte

Altri articoli di Domus

China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views