Un modulo abitativo per sopravvivere su Marte

Lo studio cinese OPEN Architecture ha disegnato una capsula che riduce al minimo il consumo di risorse e riutilizza tutti gli scarti prodotti.

OPEN Architecture, Mars Case

MARS Case è un modulo abitativo minimo – dalle dimensioni di 2,4x2,4x2 metri – in cui tutti i componenti di servizio e gli spazi abitativi gonfiabili sono facilmente ripiegabili e trasportabili. Progettato dallo studio OPEN Architecture e presentato durante China House Vision 2018, il prototipo è pensato per affrontare condizioni di emergenza. Su Marte non possiamo fare affidamento sulle risorse naturali, come invece siamo abituati sula Terra.

Galleria
OPEN Architecture, Mars Case. Foto e render

L’abitazione riutilizza calore, rifiuti, condensa e tutti gli scarti generati dai vari dispositivi elettronici al suo interno, integrando i flussi in ecosistema integrato che riduce al minimo il consumo di risorse. Il progetto combina architettura, design del prodotto e tecnologia: tutti gli strumenti elettronici dell’applicazione possono essere controllati da smartphone.

Progetto:
Mars Case
Architetto:
Open Architecture – Li Hu, Huang Wenjing
Progettista:
Hu Boji
Team di progetto:
Qin Mian, Ma Meng, Li Mengru, Wei Wenhan, Sun Xuezhu
Consulenza strutturale:
CABR Technology
Illuminazione:
Ruiguang Boying Lighting Laboratory
Completamento:
2018

Ultime News

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram