Casa in Salento

Massimo Iosa Ghini ha progettato una casa ecosostenibile che utilizza materiali locali, sul modello delle masserie, inserita nel paesaggio del Salento.

Massimo Iosa Ghini, Casa in Salento
In Salento, nei pressi di Salve e a pochi chilometri dal mare, in una dimensione archetipa ideale, Massimo Iosa Ghini ha progettato una casa con criteri di ecostenibilità.

Un luogo di fuga immerso nella campagna e in mezzo alla natura in un paesaggio affascinante e suggestivo, con ulivi secolari e pini marittimi.

In una cornice mediterranea unica e in sintonia con il paesaggio circostante, la nuova abitazione è integrata con la terra salentina, adottando tecniche di lavorazione e materiali autoctoni suggeriti da artigiani e maestranze locali: il complesso vede l’utilizzo della locale pietra Chianca per la pavimentazione esterna, grandi pannelli di gres porcellanato per quella interna, il tufo di Acquarica per i rivestimenti di facciata, la pietra leccese per il camino interno e ancora l’uso di pietra a secco per la copertura a botte dell’antica pajara.

Massimo Iosa Ghini, Casa in Salento
Massimo Iosa Ghini, Casa in Salento
Sono state utilizzate sia tecniche di controllo passivo, (brise-soleil , vetri basso emissivi, pergolati verdi, sfruttamento dell’ombra naturale delle essenze presenti) che di controllo attivo (pannelli fotovoltaici posti in alcune zone non accessibili della copertura).
Disposta su un unico livello e su un terreno di oltre un ettaro, il disegno della planimetria è ispirato alla masserie salentine e rispetta la vegetazione preesistente che, nella zona da vivere en plein air antistante il soggiorno, viene riportata alle luce attraverso una struttura lignea acidata che funge da pergolato e ne sorregge i rami.
Massimo Iosa Ghini, Casa in Salento
Massimo Iosa Ghini, Casa in Salento

Un vasto soggiorno di sei metri esposto a sud forma un tutt’uno con la zona pranzo-cucina e diventa il centro di ritrovo della famiglia; su questo si affacciano quattro camere da letto tutte dotate di vestiboli e servizi.

La presenza di ampie vetrate che si affacciano sulla zona attrezzata esterna, concepita come naturale proseguimento della zona “protetta” poiché pavimentata e progettata come luogo di relazioni con divani e poltrone artigianali, sottolineano il rapporto voluto e costante tra spazi esterni ed interni.

Massimo Iosa Ghini, Casa in Salento
Massimo Iosa Ghini, Casa in Salento
Staccata dalla abitazione, in un unico blocco a se stante, una pajara adibita a dependance per gli ospiti corredata da spazio esterno dedita al relax. La copertura piana, accessibile attraverso una scala esterna e destinata al solarium, conduce al belvedere panoramico sulla campagna e sul mare.
All’amaca per la siesta, le poltrone su disegno e i tavolini di artigianato si alternano pochi pezzi di design Iosa Ghini che decorano gli ambienti interni creando un intenzionata essenzialità decorativa, lasciando come protagonista assoluta dell’ambientazione domestica la luce naturale e la natura circostante.

Casa in Salento
Architetto: Massimo Iosa Ghini
Luci da esterno: iGuzzini Illuminazione
Pavimentazione interna: Graniti Fiandre, collezione Maximum
Sanitari e rubinetteria: Teuco
Arredo: Bonaldo, BRF, De Majo, Livoni, Moroso
Testate letto su disegno Iosa Ghini: ABS Group
Completamento: 2013

Ultime News

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram