L’arte contemporanea approda al supermercato per aiutare gli artisti

“Il futuro comincia dall’arte, ed è ora di considerare gli artisti Patrimonio dell’Umanità e come tali tutelarli”: per farlo, il progetto #10cents – ART AT THE SUPERMARKET porta l’arte nella vita di tutti, tra i banconi della carne e gli scaffali della pasta. I ricavi verranno devoluti al mondo dell’arte.

“L’arte è buona ed essenziale. Come il pane. Abbiamo bisogno dell’arte, così come abbiamo bisogno del cibo.” Così nasce il progetto #10cents – ART AT THE SUPERMARKET, ideato dall’artista Giuseppina Giordano che durante il suo lockdown a Mazara del Vallo in Sicilia ha pensato a un modo originale per dare una risposta ai molti artisti che hanno subito le pesanti conseguenze del coronavirus, con mostre cancellate e gallerie chiuse. Il suo è anche un modo per avvicinare al mondo dell’arte contemporanea un pubblico eterogeneo che, muovendosi tra scaffali della pasta e banconi della carne vedrà trasformato il supermercato di fiducia in uno spazio espositivo.

#10cents – ART AT THE SUPERMARKET, video teaser, 2020

Le opere di artisti giovani – ma anche di maestri come Pietro Consagra – appariranno inaspettatamente nel più familiare dei luoghi, l’unico che è stato possibile frequentare negli ultimi due mesi. I fruitori-consumatori, inoltre, potranno diventare veri e propri filantropi donando alla cassa la cifra simbolica di 10 centesimi (ma anche di più!). Ogni 10 giorni, il 10% dell’importo totale di tutti i proventi di ogni edizione sarà devoluto a un artista o un operatore culturale che versa in difficoltà economica, fisica o sociale. Il restante 90% verrà ripartito in parti uguali tra gli artisti in mostra e l’organizzazione dell’evento.  

“Il progetto nasce inclusivo e gratuito per sottolineare l’interdipendenza tra pubblico e arte. Fasce di popolazione che mai si avvicineranno ai musei per come oggi sono concepiti incontreranno l’arte per la prima volta e ognuno ne farà esperienza in maniera diversa”, ci racconta l’artista in veste di curatrice.

“Se è vero che non ci si può saziare guardando un programma di cucina, allo stesso modo l’arte e gli artisti non possono sopravvivere solo on-line o attraverso la digitalizzazione dei loro lavori”, si legge nel comunicato stampa. “Al contempo, un mondo che si dimentica di quanto l’arte e la cultura siano beni essenziali è un mondo che non può far fronte alle sfide che il futuro ci riserva”.

La formula è semplice e per questo virale. Alla “zero edition” in Sicilia ne seguiranno altre in svariate città italiane ma anche a Seoul, Los Angeles, Chicago, San Francisco, Londra, Atene, Sidney, Helsinki, Montreal e Lahore, in Pakistan. La lista completa dei supermercati sarà in continuo aggiornamento e disponibile sul sito 10centsproject.com.

Matteo Pizzolante, Silent Su
Matteo Pizzolante, Silent Sun, #10cents - ART AT THE SUPERMARKET, a cura di Giuseppina Giordano. Zero Edition, Mazara del Vallo, 2020. Foto Benito Frazzetta

Per sottolineare l’importanza dell’arte come bene essenziale è stato chiesto a una serie di curatori di contribuire con frasi e pensieri sul perché l’arte è da considerarsi vitale, come il pane appunto. Le risposte verranno diffuse dalle casse del supermercato insieme ad altre opere audio scelte per l’occasione. “Le riflessioni dei protagonisti del mondo dell’arte e della cultura aiutano a generare ulteriori riflessioni e in un certo senso educano”, ci spiega Giordano.

Il primo appuntamento si terrà al supermercato Migros di Mazara del Vallo dal 23 maggio al 1 giugno 2020 con gli artisti Pietro Consagra, Cose Cosmiche, Federica Di Pietrantonio, Domenico Laterza, Tania Lombardo, Matteo Pizzolante.

Oltre all’esposizione delle opere singole sono previsti progetti speciali rivolti alle aziende del settore agroalimentare che potranno prenotare spazi espositivi dedicati all’interno dei supermercati, curati da un protagonista dell’arte contemporanea, come ad esempio Abhijian Toto, scrittore indipendente e curatore indiano specializzato in ecosofia, ricerca interdisciplinare, lavoro e finanza, scelto per questo incarico.

Tania Lombardo, Untitled
Tania Lombardo, Untitled, esposto all'interno di #10cents - ART AT THE SUPERMARKET, a cura di Giuseppina Giordano, Zero Edition, Mazara del Vallo, 2020. Foto Benito Frazzetta

“Il futuro comincia dall’arte, ed è ora di considerare gli artisti Patrimonio dell’Umanità e come tali tutelarli”, leggiamo ancora dal comunicato. In attesa del resoconto del tanto atteso Forum dell’Arte Contemporanea Italiana che vedrà un’assemblea online plenaria il 30 maggio 2020, il progetto #10cents – ART AT THE SUPERMARKET dimostra come siano proprio gli artisti, con la loro sensibilità e visionarietà, a dare un primo segnale di ripresa.

Progetto:
#10cents – ART AT THE SUPERMARKET (the supportive art r-evolution)
A cura di:
Giuseppina Giordano
Supermercato:
Migros di Mazara del Vallo (TP)
Indirizzo:
Via Bessarione 85, Mazara del Vallo
Date di apertura:
23 maggio – 1 giugno 2020
Artisti in mostra:
Pietro Consagra, Cose Cosmiche, Federica Di Pietrantonio, Domenico Laterza, Tania Lombardo, Matteo Pizzolante
Contributi:
Bernardo Agrò, Arianna Baldoni, Matteo Bergamini, Ginevra Bria, Michela Eremita, Gianni Di Matteo, Pietro Gaglianò, Gianluca Gramolazzi, Marco Marelli, Cristina Muccioli, Susanna Ravelli, Gabi Scardi
Web:
10centsproject.com

Ultimi articoli di Arte

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram