Domus 1034 è in edicola: “Spazio alla diversità”

Abitazioni a prezzi accessibili, progettare con humour, fare lavorare la natura. Sfoglia la gallery e scopri i contenuti del numero di aprile.

Il guest editor Winy Maas apre questo numero di Domus con un editoriale in cui discute di come l’aumento della disuguaglianza sul pianeta stia cambiando drasticamente la vita nelle città. L’unica soluzione possibile è costruire nuove case, che devono essere a prezzi accessibili, verdi e sostenibili.

Un po’ di humour, per favore: Claude Cormier è un architetto paesaggista canadese che interviene nelle città con il preciso intento di creare bellezza. 18 Shades of Gay, la sua installazione di 1 km a Montrèal, appare sulla copertina di Domus questo mese.
La professoressa Marja Eisinga, intervistata da Domus, dice che abbiamo bisogno di 600 milioni di case. “L’edilizia popolare è un diritto umano”, spiega, e la sfida è come affrontare il problema se le politiche governative sono inadeguate.

New York. Karen Kubey, guest editor del recente volume Housing Intervention: Architecture towards Social Equality, ci offre una panoramica sull’edilizia sociale in una città che sta diventando inaccessibile e sempre meno diversificata. Sempre nella Grande Mela, c'è una foresta urbana del tutto particolare: nel 2007 il sindaco Bloomberg si è impegnato a piantare un milione di alberi, in quello che è il più grande progetto di rimboschimento di questo tipo mai effettuato negli Stati Uniti. Quanto vale la foresta?

Gli alberi sono anche un elemento chiave nella riqualificazione della piazza principale di Tirana, che ora appare, terminata la seda fase di realizzazione, come una radura nella foresta.  

Il guest editor Winy Maas apre questo numero di Domus con un editoriale in cui discute di come l’aumento della disuguaglianza sul pianeta stia cambiando drasticamente la vita nelle città. L’unica soluzione possibile è costruire nuove case, che devono essere a prezzi accessibili, verdi e sostenibili.

Arte. Boa Mistura è un collettivo spagnolo che Winy Maas apprezza molto per l’uso del colore e dell'arte come strumento di cambiamento e sviluppo sociale. Cosa c’è dietro i loro interventi? Abbiamo parlato con loro di progetti, processi e del loro contributo alla società.

Domus 1034, aprile 2019
Domus 1034, aprile 2019

Architettura. Duplicare il pianeta è una selezione di progetti attraverso i quali l’architettura si interroga sullo specchio come modalità di risolvere i problemi di identità ed estetica. 
Analizziamo poi come i principi di ordine compositivo di Oswald Mathias Hungers si traducono oggi nell’architettura tedesca e il ruolo degli Istituti di Progettazione cinesi, un’organizzazione ibrida tra burocrazia e carisma.
Anatxu Zabalbeascoa, critico d'architettura di El Pais, ha selezionato le rivoluzionarie ristrutturazioni di Lacaton & Vassal operate su tre edifici a Bordeaux come un buon esempio di progetti che non demoliscono, ma riparano, salvando l’eredità dell'edilizia popolare.

Design. Abbiamo raccolto cinque progetti che dimostrano che è possibile progettare con la natura, utilizzando biomateriali e creando ecologie artificiali.

Aprile è il mese della Milano Design Week: spieghiamo quale sia il suo impatto sulla città. La sua eredità per Milano è la capacità di generare continue trasformazioni dell'ambiente, con ripercussioni virtuose sulla vita dei cittadini. Il direttore editoriale Walter Mariotti intervista Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile e di Kartell, azienda di cui è proprietario dal 1988.

Ultimi articoli in Guest Editor

Ultimi articoli su Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram