Uomo vs smartphone: per Aldridge vince la foto-fiction

Il fotografo inglese inserisce la propria estetica nei lavori di Cattelan, Miller e Gilbert & George. L'esito è la messinscena teatrale.

Circling The Small Ads (after Miller) Screenprint in colours, 2017

Miles Aldridge: (after). Erotismo freddo, estetica pulp e noir, iconografia pop. Dal 23 novembre al 5 gennaio nella galleria Lindsey Ingram di Londra il fotografo Miles Aldridge espone la risposta artistica a Maurizio Cattelan, Harland Miller e Gilbert & George. Aldridge è maestro dell’ibrido: compone foto che sono dei quadri teatrali e delle messinscena.

“Aldridge sees (after)” come modo di comunicare la complessità dell’immagine fotografica nell’età dello smartphone. Il fotografo si interroga sul significato artistico della foto: “Oggi tutti possono fare una bella foto, quindi che cosa significa oggi il medium?” “Perché non usciamo dalle nostre zone di comfort e spingiamo la macchinetta fotografica oltre al limite?”. “In questa esposizione penso a come le immagini fotografiche siano state consumate, e mi chiedo se si debba essere fotografi”. “Non ho mai visto la fotografia così semplice: mi piace la mise en scéne formale. Nell’età delle fake news credo che la fiction e la teatralità siano più veritiere della verità documentata”.

La mostra è accompagnata da un saggio di Michael Bracewell.

Dove :
20 Bourdon Street, Mayfair, London W1K 3PL
Quando:
23 November – 5 January 2018

Ultimi articoli di Arte

Altri articoli di Domus

China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views