Vértigo Horizontal. Le pampas argentine alla Biennale 2018

Con un allestimento sensoriale, il padiglione argentino mette in relazione le architetture ‘generose’ post-dittatura e l’elemento più spettacolare del Paese: il paesaggio.

Vértigo Horizontal, Padiglione Argentina, Biennale Architettura 2018. Foto Federico Cairoli

L’Argentina si presenta alla 16. Mostra Internazionale di Architettura con la mostra “Vertigine Orizzontale”: un tributo al paesaggio come elemento unificante del paese sudamericano. Curato dagli architetti Javier Mendiondo, Pablo Anzilutti, Francisco Garrido e Federico Cairoli, il padiglione all’Arsenale vuole da un lato portare a Venezia la vastità del paesaggio argentino, e dall’altro presentare l’orizzontalità di numerosi progetti autoctoni. 

Padiglione Argentina, Biennale 2018
Padiglione Argentina, “Vértigo Horizontal” Biennale 2018. Foto Federico Cairoli

Nella sala buia è presente un parallelepipedo di vetro scuro da cui si intravedono piante erbacee, mentre alle pareti perimetrali un susseguirsi lineare di schizzi progettuali descrive la produzione architettonica degli ultimi decenni con programmi e scale differenti. Insieme, queste opere tracciano un paesaggio orizzontale in cui interventi singolari o iniziative collettive entrano in contatto. La selezione riguarda opere costruite a partire dal 1983, anno nel quale è stata ripristinata la democrazia in Argentina, fino a oggi. I progetti hanno quindi carattere democratico: parchi pubblici, strutture sociali o progetti partecipati. “Sono opere che consideriamo generose,” spiegano i curatori.

“Vértigo Horizontal” Biennale 2018. Foto Federico Cairoli
“Vértigo Horizontal” Biennale 2018. Foto Federico Cairoli

Una volta percorsa la linea orizzontale dei progetti, lo sguardo si sposta sulla serra centrale. Dall’interno si scopre che i vetri sono specchi che ampliano all’infinito il tappeto erboso, sovrastato da una proiezione del cielo argentino che muta nel tempo. “Il paesaggio fa parte del nostro codice genetico, sia da un punto di vista umano, sia come strumento di lettura dell’architettura: non ci sono suddivisioni gerarchiche, bensì strutture somatiche, spontanee, di collaborazioni, contaminazioni e risonanze. Diventa trait d’union di architetture distribuite su un territorio vasto, a volte difficile da raggiungere. Dall’interno del cubo i progetti si intravedono in trasparenza, in corrispondenza della linea di orizzonte, a simboleggiare sinergia e reciprocità.” 

Curatori Padiglione Argentina, Biennale 2018
I curatori del padiglione argentino. Da sinistra: Federico Cairoli, Pablo Anzilutti, Francisco Garrido, Javier Mendiondo
Titolo:
Vértigo Horizontal
Padiglione:
Argentina
Curatori:
Javier Mendiondo, Pablo Anzilutti, Francisco Garrido e Federico Cairoli
Luogo:
Arsenale della Biennale di Venezia
Date di apertura:
26 maggio – 25 novembre 2018
Indirizzo:
Campiello Tana 2169/F, Venezia

Speciale Biennale

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram