Una piazza per l’estate

José Neves ha usato il sughero per trasformare la piazza del Centro Cultural de Belém di Lisbona, rivestendo le facciate esistenti di pietra calcarea.

José Neves, Una piazza per l'estate, Lisbona, 2017

La piazza del Centro Culturale di Belém a Lisbona (Manuel Salgado e Vittorio Gregotti, 1992) è stata trasformata con un progetto che permette la proiezione di film all’aperto. Lo spazio centrale del CCB diventa vitale per le migliaia di persone che lo attraversano durante i mesi estivi. L’architetto José Neves ha realizzato un muro di sughero nero, creando un nuovo rivestimento lungo la parete a sud, che rimane all’ombra durante quasi tutto il giorno. L’intervento integra una panca fresca e confortevole, che consente di contemplare la piazza e i movimenti interni.

Il muro di sughero ha una sua metrica interna che si confronta con i ritmi che governano l’architettura del CCB. La sua altezza è pari a quella della base dell’arco di cemento esistente, dando una scala umana all’intera piazza. All’estremità occidentale il muro gira e chiude il percorso esitente, creando un angolo in cui è possibile guardare i film al riparo dal vento. Il sughero aggiunge qualità materiche a quelle spaziali. I pannelli dai diversi toni di marrone si confrontano con quelli di calcare dell’edificio.

Fig.13 José Neves, A square in summer, Lisbona, 2017
José Neves, Una piazza per l'estate, Lisbona, 2017
Progetto:
A square in summer
Luogo:
Lisbona
Architetto:
José Neves
Collaboratori:
Diogo Amaro, Apolinário Silva
Grafica:
Atelier Pedro Falcão
Curatore:
André Tavares
Cliente:
Garagem Sul – Centro Cultural de Belém
Completamento:
2017

Ultimi articoli di Architettura

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram