Progetto Flaminio

Il progetto di Studio 015 Paola Viganò è il vincitore del concorso internazionale di progettazione per il quartiere della Città della Scienza, annunciato il 24 giugno.

Studio 015 Viganò, Progetto Flaminio
Marco Sangiorgio, direttore Generale CDP investimenti, ha annunciato che il progetto sviluppato da Studio 015 Paola Viganò è il vincitore del concorso Progetto Flaminio , scelto dalla giuria “poiché individua una soluzione urbana in cui ciò che assume senso sono le relazioni e le centralità urbane, gli spazi aperti, il paesaggio e quindi la qualità dell’abitare. Un progetto che propone una totale permeabilità e fruizione pubblica dell’area, che supera il suo carattere di recinto militare e consente una maggiore penetrazione del tessuto urbano da parte di abitanti e cittadini.” spiega il presidente di giuria Paola di Biagi.
Studio 015 Viganò, Progetto Flaminio
Studio 015 Viganò, Progetto Flaminio

“L’elemento che distingue il progetto è la costruzione di una fascia che allarga via Guido Reni e su cui si aprono gli spazi commerciali, rendendola una piazza lineare. Questo suggerimento riapre per il Comune di Roma la sfida di un programma lungamente rinviato, che vede in via Guido Reni un tratto del grande asse di spazi pubblici occupato dai cittadini e perpendicolare a via Flaminia.

La posizione della Città della Scienza si colloca nell’area originariamente prevista, aprendosi alla possibilità di diverse forme di sviluppo nel tempo. Lo spazio verso via del Vignola è caratterizzato da un giardino nel quale si ritrovano elementi della costruzione industriale.

Infine, la parte residenziale è organizzata come una serie di strade pedonali e a traffico controllato, attraverso le quali si penetra in una sequenza di spazi pubblici e privati modulati e in parte da affidare alla cura dei residenti.” Prosegue il verbale.

Studio 015 Viganò, Progetto Flaminio
Studio 015 Viganò, Progetto Flaminio
Il progetto è stato selezionato tra sei gruppi finalisti, Juan Navarro Baldeweg/Enrico Da Gai (Madrid‐Roma) ; Studio 015/Paola Viganò (Milano); Caruso St John Architects (Londra); KCAP Architects&Planners (Amsterdam); Labics‐Paredes Pedrosa Arquitectos (Roma‐Madrid); IaN+(Roma), a loro volta scelti tra 246 candidature provenienti da 20 paesi, che hanno preso parte alla prima fase del concorso presentando un curriculum e una prima proposta progettuale.

Ultime News

Altri articoli di Domus

China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views