Campus a Lecco

Opera di Paolo Bodega Architettura, il nuovo Campus Universitario di Lecco si propone fisicamente e ideologicamente come università aperta di ispirazione anglosassone, in continuità urbana con gli spazi della città.

Paolo Bodega Architettura, Campus Universitario di Lecco. Photo Beppe Raso
La nuova sede di Lecco del Politecnico di Milano sorge sul sedime dismesso dell’ospedale cittadino, nella parte sud della città.
Il senso di continuità con il limitrofo centro storico e urbano ha portato ad aprire il perimetro dello spazio universitario a una serie di nuove forme d’uso e di relazione. Un sistema di aree aperte e chiuse, accessibili a chiunque, esaltano il concetto di continuità urbana.
Paolo Bodega Architettura, Campus Universitario di Lecco. Photo Giuseppe Giudici
Paolo Bodega Architettura, Campus Universitario di Lecco. Photo Giuseppe Giudici
L’immagine dell’edificio viene percepita per le sue qualità di leggerezza, trasparenza, luminosità, permeabilità prospettica, ma al contempo si impone in forma silente come simbolo di cultura e spirito innovativo. I materiali e i colori utilizzati sono attinti dalla storia industriale del luogo: l’alluminio, l’acciaio, il vetro. Il colore, bianco RAL 9016, il bianco della carta da disegno, tinge gli involucri rappresentando la purezza della cultura tecnica.
Oltre al forte impatto estetico, che coniuga un coerente sodalizio tra spazi nuovi e recupero di aree monumentali, l’importanza del progetto sta nell’efficienza tecnologica e nella scelta progettuale che ha previsto l’impiego di sistemi edilizi industrializzati ed energetici secondo principi di eco-sostenibilità. La nuova struttura è composta da un kit modulare di elementi strutturali resistenti in cemento e da elementi performanti leggeri in alluminio, acciaio e vetro per gli involucri, realizzati su disegno degli architetti.
Paolo Bodega Architettura, Campus Universitario di Lecco. Photo Giuseppe Giudici
Paolo Bodega Architettura, Campus Universitario di Lecco. Photo Giuseppe Giudici

Agli elementi prefabbricati in cemento che compongono la parte strutturale dell’edificio quali travi, pilastri, solai e mensole si sovrappongono livelli specifici studiati per rispondere alle diverse necessità prestazionali dell’involucro, quali esposizione, isolamento e intercettazione energetica, realizzati da elementi trasparenti, opachi, da brise-soleil filtranti e fotovoltaici, e ali dinamiche che consentono un migliore controllo dell’irraggiamento.

Il progetto del nuovo Polo Universitario, redatto sulla base degli elaborati preliminari predisposti dal Politecnico di Milano e dimensionato per una popolazione di 2.000 studenti, è nella sostanza composto dalla realizzazione di un nuovo edificio (contenente aule e laboratori) e il recupero degli edifici esistenti (dove hanno sede la palazzina Pro-rettorato, gli uffici e i dipartimenti). A completamento della struttura è stato aggiunto un nuovo spazio edilizio collocato all’interno di una corte adibito a sala lettura ed aule. È in fase di ultimazione la ristrutturazione del vecchio padiglione ospedaliero, che sarà adibito a residenza studentesca.


Campus Universitario di Lecco
Architetto : Paolo Bodega Architettura
Progetto strutturale : Gamma Engineering
Progetto degli impianti : Technion
Progetto acustico : Biobyte
Impresa : Colombo Costruzioni
Impianti meccanici : Gianni Benvenuto
Impianti elettrici : Elettromeccanica Galli Italo
Committente : Politecnico di Milano
Area : 14.170,00 mq
Completamento : 2015

Ultimi articoli di Architettura

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram