Padiglione Nigeria

Diminished Capacity affronta questioni complesse come l’esaurimento delle risorse, la migrazione e i micro e macro cambiamenti globali con un approccio analitico.

Ola-Dele Kuku, Diminished Capacity, Nigerian Pavilion, Venice Architecture Biennale, 2016
A partire dalla Nigeria, Diminished Capacit y si focalizza su un momento di transazione storica, con l’ambizione di riscrivere la storia attraverso le interpretazioni inedite che non sono mai state pubblicate. Il progetto, curato da Camilla Boemio con i lavori dell’architetto Ola-Dele Kuku, riflette sul concetto del conflitto e della manipolazione come inesorabile meccanismo trainante del nostro mondo.
Ola-Dele Kuku, Diminished Capacity, Nigerian Pavilion, Venice Architecture Biennale, 2016
Ola-Dele Kuku, Diminished Capacity , Padiglione Nigeria, Biennale di Architettura di Venezia 2016
Nel corso della sua attività, Ola-Dele Kuku ha ridefinito il tema della rappresentazione in un’ottica temporale. Lavorando con il disegno, l’installazione e gli oggetti, mette in discussione i pilastri delle applicazioni architettoniche e delle strategie manipolative dei metodi di rappresentazione – come la pianta, il prospetto e la sezione – dando vita a inquietanti ripensamenti del loro formalismo estremo. L’installazione alla Biennale abbraccia un approccio socio-filosofico analitico che affronta questioni complesse come l’esaurimento delle risorse e la loro gestione, la migrazione, i micro e macro cambiamenti globali e le sempre maggiore debolezza dei paesi causata dalle strategie manipolative.

Ultime News

Altri articoli di Domus

China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views