100 anni di Pastoe

L'azienda olandese ha annunciato a Interieur 2012 il programma di eventi che celebreranno i suoi cent'anni di attività, tra cui una mostra e la pubblicazione di un libro, in collaborazione con numerosi designer e architetti da tutto il mondo.

Tra febbraio e giugno 2013 Pastoe celebrerà i cent'anni dalla sua apertura a Utrecht, il 13 aprile 1913. Il programma è stato annunciato a Interieur 2012 e prevede una mostra con una serie di eventi alla Kunsthal di Rotterdam curati da Anne van der Zwaag e Gert Staal, insieme a una pubblicazione sulla storia dell'azienda. I contenuti della mostra e del libro traggono spunto da una serie di workshop che sono stati organizzati per tutto il 2012.

Per garantire un contenuto più eterogeneo e completo, che non riguardi una mera raccolta di dati e oggetti, Pastoe ha suddiviso questo importante anniversario seguendo tre temi guida: Archives , Environments e Propositions , cari all'azienda per avviare una riflessione globale sull'abitare. Ognuno di questi sarà accompagnato da una presentazione che combinerà visioni e prodotti storici e contemporanei.

Archivi. Questa sezione presenta una selezione a partire dall'intera collezione di Pastoe che comprende design particolari, pubblicazioni, poster, schizzi, modelli e foto. Insieme all'artista Krijn de Koning , che offre un punto di vista più contemplativo degli archivi, Pastoe mira a valorizzarne i collegamenti grazie al nuovo contesto in cui si troveranno.
Ambientazioni. Risultato dei workshop in cui emerge la visione dell'azienda riguardo allo spazio architettonico. Guideranno il visitatore all'interno di spazi scenografici in cui l'abitare, il lavoro, l'apprendimento e i laboratori sono stati reinterpretati e messi in scena con la collaborazione di Anne Holtrop .
In apertura: Fabbrica Pastoe, 1952. Photo © Cas Oorthuys. Sopra: Copertina del Catalogo Pastoe 1955. Photo © Ed van der Elsken
In apertura: Fabbrica Pastoe, 1952. Photo © Cas Oorthuys. Sopra: Copertina del Catalogo Pastoe 1955. Photo © Ed van der Elsken
Proposte. Tema che riguarda l'evoluzione delle proposte innovative sui mobili o sui prodotti come stretta collaborazione tra l'azienda e un gran numero di menti creative. Non si tratta solo di vedere il prodotto finito, ma tutto il processo che sta dietro: appunti, materiali, tecniche, idee e obiettivi. che mostrerà idee e risultati riguardo l'innovazione dei prodotti. Sono stati chiamati designer famosi che hanno una certa affinità con la mentalità o il linguaggio visivo di Pastoe. Kostantine Grcic investigherà il valore dell'artigianato nel futuro, Naoto Fukasawa disegnerà nel modo più minimalista possibile, Claudio Silvestrin lavorerà sul mobile come oggetto e Sheltens&Abbenes approfondiranno il tema della flessibilità.

Poster Pastoe, Theo Stradmann, 1958
Poster Pastoe, Theo Stradmann, 1958
Partecipanti. Krijn de Koning, Anne Holtrop, Konstantin Grcic, Scheltens&Abbenes, Naoto Fukasawa, Claudio Silvestrin, Dirk Laucke con i lavori di Dick Bruna, Otto Treuman, Cees Braakman, Aldo van den Nieuwelaar, Maarten Van Severen, Giampaolo Babetto, Karel Boonzaaijer, Pierre Mazairac, Shiro Kuramata, Vincent Van Duysen, Scholten&Baijings, Benno Premsela, Ed van der Elsken, Cas Oorthuys, Jan Versnel e altri.
Introduction 125M, Pastoe, 1965. Photo © Jan Versnel
Introduction 125M, Pastoe, 1965. Photo © Jan Versnel
Pastoe. Da cent'anni l'azienda porta avanti una tradizione di mobili minimalisti, ispirati al funzionalismo dei primi del Novecento. Negli anni post-bellici ha sviluppato una nuova linea che ha combinato il suo tipico carattere minimale con i ferventi sociali in atto. Pastoe fu il primo marchio ad introdurre sul mercato olandese mobili a sistemi modulari. Il sistema angolare della serie mobili su misura, introdotto nel 1955, che prevedeva la possibilità di montare su un listello mensole ed altri elementi nelle quattro direzioni, si dimostrò essere rivoluzionario anche all'estero. Il consumatore poteva comporre personalmente il proprio mobile ed eventualmente espanderlo in futuro. Altro elemento caratteristico è stata la forte relazione con l'architettura, per cui i mobili sono sempre stati visti come mediatori tra la scala architettonica e quella umana.
Pastoe, Salone del Mobile, Milano, 2007
Pastoe, Salone del Mobile, Milano, 2007
A'dammer, Pastoe, Aldo van den Nieuwelaar, 1978
A'dammer, Pastoe, Aldo van den Nieuwelaar, 1978
Leather Lounge Chair LL04, Pastoe, Maarten Van Severen, 2004
Leather Lounge Chair LL04, Pastoe, Maarten Van Severen, 2004
Umbrella stand, Pastoe, Shiro Kuramata, 1986
Umbrella stand, Pastoe, Shiro Kuramata, 1986

Ultime News

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram