Milano. 11 ottobre 2018

Luciano Floridi: “L’intelligenza artificiale è un matrimonio tra uomo e macchina. O meglio un divorzio”

Durante “domusforum 2018: Il futuro delle città”, il professore di filosofia ed etica parla di intelligenza artificiale, analisi predittiva e lavoro.

La maggior parte dei problemi che abbiamo oggi non derivano dal fatto che stiamo creando macchine intelligenti – se così fosse dormirei più tranquillo – ma perché le macchine che abbiamo non sono intelligenti eppure sono in grado di fare le cose al posto nostro, per noi, meglio di noi.

Luciano Floridi è Professore Ordinario di Filosofia ed Etica dell’Informazione all’Università di Oxford, dove è anche Direttore del Digital Ethics Lab dell’Oxford Internet Institute. Il suo libro più recente in Italiano,  La Quarta Rivoluzione – Come l’infosfera sta trasformando il mondo, è stato tradotto da Raffaello Cortina Editore ed è vincitore del premio J. Ong Award. A “domusforum. Il futuro delle città” tocca alcuni temi di attualità legati ai big data e al futuro del lavoro condizionato dall’intelligenza artificiale.

“Penso che Winston Churchill avesse ragione quando diceva che “forgiamo i nostri edifici e poi loro modellano noi”: questo vale per qualsiasi ambiente, compreso quello digitale. Le smart city, per esempio, o l’Internet delle cose, li costruiamo, ma poi quando li mettiamo in atto iniziano a plasmare le nostre scelte, magari suggerendoci qualcosa o rendendoci più inclini a fare una scelta piuttosto di un’altra.”

“L’analisi predittiva può essere usata per prendere decisioni migliori, a volte cercando di anticipare il futuro. In quest’ultimo caso può essere un grande valore, ma le sue applicazioni possono anche essere molto pericolose se lo si applica alla polizia, ad esempio, quando si vuole prevedere un attacco terroristico. Una gestione attenta – politica, sociale ed etica – di questi strumenti porterà a risultati positivi, con rischi ridotti al minimo.”        

domusforum è una nuova piattaforma culturale lanciata da Editoriale Domus per analizzare l’impatto che architettura, design e tecnologie hanno sull’ambiente urbano. Il primo evento incentrato sul “Futuro delle Città” si è svolto al Teatro Franco Parenti di Milano l’11 ottobre 2018. Tra i relatori: il direttore di Domus Michele De Lucchi, il commissario per il patrimonio egiziano Fathi Saleh, e l’attivista africana Samia Nkrumah.

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram