Counterspace

Lo studio Counterspace articola la sua eterogenea produzione progettuale partendo dalla matrice culturale, sociale e paesaggistica della città da dove la propria avventura è partita

Ndebele Landscape, Johannesburg, South Africa, 2018 (photo Counterspace)

Fondato a Johannesburg nel 2015 dalle giovani progettiste sudafricane Sumayya Vally (Pretoria, 1990), Amina Kaskar (Durbanm, 1990) e Sarah de Villiers (Johannesburg, 1990), lo studio Counterspace articola la sua eterogenea produzione progettuale – che va dall'architettura all'allestimento, dall'installazione artistica al design urbano – partendo dalla matrice culturale, sociale e paesaggistica della città da dove la propria avventura è partita.

La pratica professionale e la ricerca concettuale di Counterspace si concentrano prevalentemente sull'indagine e l'approfondimento dell'identità e dell'alterità dei nuovi futuri possibili, usando l'immaginazione e la narrativa come potenti strumenti di indagine. Muovendosi a cavallo tra le discipline, Vally, Kaskar e de Villiers attivano ogni nuova azione estraendo dal complesso sostrato urbano di Johannesburg i codici primari necessari a sviluppare un linguaggio progettuale propriamente africano. Un'operazione che talvolta può assumere sfumature alchemiche.

L'installazione Folded Skies (2018-2019), per esempio, trae spunto dalle qualità iridescenti del cielo urbano, accentuato dai composti chimici presenti nelle polveri minerarie locali, lavorando con gli stessi pigmenti di rame, alluminio, cobalto e ferro su grandi dischi capaci di catturare i colori vividi e cangianti della luce sudafricana, dall'alba al tramonto.

Pur con implicazioni completamente differenti, il tema del racconto alimenta anche il progetto Play Africa Maker Space (2019): un sistema giocoso e componibile di elementi modulari ed economici che raggruppano le funzioni di scaffalatura e di illuminazione, prestandosi alla realizzazione di allestimenti spaziali flessibili nelle forme e nelle modalità di utilizzo potenziali. Facilmente riconfigurabile, Play Africa può essere trasportata su un camion e assemblata nei diversi paesaggi rurali e urbani del Sudafrica, agendo da elemento di aggregazione per le comunità: un po' come una piccola città.

 

Altri tra i migliori studi di architettura

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram