Nuovo ponte sul Polcevera, il progetto di Renzo Piano

Dopo il disatroso crollo del  14 agosto 2018 del viadotto Morandi, è tempo di ricostruire.   

Ponte Polcevera, rende Renzo Piano

 Il progetto del nuovo ponte sul Polcevera è di Renzo Piano, con un’anima green. L’architetto genovese lo ha regalato alla sua città, come ha dichiarato, "Lo faccio per spirito civico e gratuitamente." 

Ha vinto la cordata di costruzione Salini Impregilo con Fincantieri. Il concorrente era il re dei ponti Santiago Calatrava, con l’impresa edile Cimolai, punto di riferimento per le grandi costruzioni. Il nuovo ponte di Renzo Piano costerà 202 milioni di euro, mentre i lavori di demolizione costeranno 19 milioni. E sarà, nelle parole dell'architetto e senatore a vita, "Un ponte bello, bello com’è intesa la bellezza a Genova. Un ponte molto genovese. Semplice ma non banale. Un ponte di acciaio, sicuro e durevole. Perché i ponti non devono crollare."

Marco Bucci, commissario per la ricostruzione e sindaco di Genova è soddisfatto di come procedono le operazioni “la struttura commissariale è molto contenta”. “Abbiamo scelto il ponte di Renzo Piano basandoci su diversi criteri: costi, estetica, facilità di ricostruzione, tempi, rischi e manutenzione. Entrambi i progetti erano buoni, non c'è stato un confronto o una gara, ma una scelta”.

Ponte Polcevera, render del progetto di Renzo Piano
Ponte Polcevera, render del progetto di Renzo Piano

C’era l’ipotesi di unire i due progetti, ma un ibrido è risultato impraticabile. Il progetto di Renzo Piano ricorda una nave, piega il sindaco, “è un richiamo alla città di Genova, i piloni sono sottili e snelli e ricordano la forma della nave. Ci saranno sei corsie, due di emergenza e due per i pedoni”.

Entrambi i progetti si caratterizzano per la sobrietà. Quello vincitore del bando ricorda le 43 vittime con delle lanterne che funzionano a energia solare.

Ma non c'è solo il ponte, c'è anche un progetto di rigenerazione urbana nell'area sotto il ponte, spiega il commissario Bucci “con Urban Lab e la direzione dell'architetto Anna Iole Corsi, partirà a febbraio/marzo. Sarà un concorso internazionale per l'area di Campasso. Ci saranno poi ulteriori concorsi dedicati ai giovani architetti”. 

Ponte Polcevera, il render del progetto di Renzo Piano. Il ponte avrà 43 lampioni che rimandano al numero delle vittime.
Ponte Polcevera, il render del progetto di Renzo Piano. Il ponte avrà 43 lampioni che rimandano al numero delle vittime.

 Il ponte che ha perso, quello di Santiago Calatrava, prevedeva meno piloni ma aveva più capitelli sul tracciato, e in questo, per più di qualcuno, non incontrava la psicologia degli abitanti di Genova provati dal crollo. Avevano chiesto al sindaco un ponte che trasmettesse forza e sicurezza a un primo sguardo. Quanto alla demolizione, cominciata lo scorso 16 dicembre, proseguirà fino al 31 marzo. Verrà completato per fine 2019, “anche se non sarà ancora praticabile”, specifica Marco Bucci. “Ringraziamo la procura per avere concesso di potere demolire la parte ovest” prosegue il sindaco “sul lato est invece abbiamo in previsione di mettere sei colonne, abbatteremo le case necessarie e rleveremo l’amianto. Contrariamente a quanto è stato detto, non ce ne sono 15 mila tonnellate”.   

 

Il ponte non si chiamerà più Morandi, ma conclude Bucci, sarà come “noi genovesi. Ben piantata, andrà avanti passo dopo passo, e raggiungerà l’obiettivo. E soprattutto sarà una cosa bella”. Cimolai ha già dichiarato che non si opporrà alla decisione della commissione.

Ultime News

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram