Salone del mobile e Fuorisalone 2019

Il design espresso attraverso le emozioni di Tokujin Yoshioka

Tra le novità del 2018 una rivisitazione della seduta Matrix per Kartell ed una collezione di tavoli e specchi per Glas Italia. Un’incredibile creatività che trascende la forma.

Tokujin Yoshioka, Matrix chair per Kartell, 2018

Essere di poche parole diventa una qualità quando ci troviamo di fronte a Tokujin Yoshioka. I prodotti e le opere del designer Giapponese si raccontano attraverso una lingua comprensibile a tutti che è quella delle emozioni: “I messaggi non sono espressi dalla materialità degli oggetti che produco ma dalle sensazioni che sanno esprimere. Chi si approccia ai miei prodotti e alle mie opere deve provare meraviglia”, e continua, “Abbiamo bisogno di un design che trascenda l’idea della forma e che sia in grado di arricchire e portare felicità alle nostre vite”. Un estro, il suo, capace di oltrepassare i confini della pura progettualità ed in grado di raggiungere la propria completezza grazie alla percezione di chi ne fruisce. 

Immancabile la presenza al salone del mobile 2018 con la versione finale di Matrix per Kartell: una seduta dall’aspetto raffinato frutto di idee creative e sperimentali: “Prima di progettare la forma di Matrix ho pensato ad una nuova struttura tridimensionale capace di conferire la massima espressione al materiale plastico. Questa sedia è stata costruita con l’innovativa tecnologia Kartell: una tecnica di stampaggio ad iniezione attraverso la quale sono riuscito a donare un aspetto scenico ma al contempo leggero. Credo che al giorno d’oggi sia abbastanza difficile trovare degli arredi tecnologicamente innovativi come questo, con Matrix ho riscoperto il vero valore del design!”. 


Tokujin continua anche quest’anno la collaborazione con Glas Italia attraverso la collezione Starlight composta da una serie di tavolini e specchi, massima espressione della bellezza vitrea e frutto del lungo studio che il designer ha fatto sui cristalli e sulle loro proprietà rifrangenti: “Ho usato delle aste prismatiche in grado di far percepire la trasparenza e la brillantezza del vetro” dice. A palazzo Bocconi lo troviamo con Blossom Stool: una serie di sedute ispirate ai petali del monogramma di Luis Vuitton che fanno parte di “Object Nomades”: una raccolta in continua espansione di complementi d’arredo in edizione limitata in grado di esprimere il nomadismo contemporaneo.

Tokujin Yoshioka, foto Federico Floriani
Tokujin Yoshioka, foto Federico Floriani
Designer:
Tokujin Yoshioka
Collezione:
Matrix
Azienda:
Kartell
Collezione:
Starlight
Azienda:
Glas Italia
Anno:
2018
Evento:
Salone del Mobile 2018

Altri articoli di Domus Salone

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram