Il ritorno di John Pawson nel mondo degli yacht 

Sergio Buttiglieri, style director di Sanlorenzo, racconta il ritorno all'acqua del maestro del minimalismo, che svilupperà un nuovo superyacht di metallo. 

John Pawson è stato definito come il padre dell’architettura minimalista. Il suo approccio allo spazio ha catturato l’attenzione di tutti: da Calvin Klein a tre comunità di monaci, il celebre scrittore Bruce Chatwin, i Giardini Botanici Reali di Kew e Ian Schrager, l'inventore del boutique hotel. La sua architettura è basata sulla ricerca della chiarezza dello spazio e sulla comprensione sia di quanto è difficile essere semplici, sia di quanto è importante prendersi cura di ogni dettaglio di un progetto.

Negli ultimi anni, insieme a progetti architettonici che includono la progettazione della nuova sede permanente del Design Museum di Londra, Pawson è anche diventato sempre più celebre come fotografo e, nel maggio 2021, durante la preview della Biennale di Architettura, ci sarà una mostra del suo lavoro fotografico alla Casa dei Tre Oci a Venezia, una piattaforma di rilevanza internazionale per la fotografia contemporanea.

A circa vent’anni Pawson si trasferì in Giappone, una decisione che ha contribuito a plasmare il suo percorso di vita. Ha insegnato inglese a studenti universitari prima di trasferirsi a Tokyo per il suo sesto e ultimo anno nel paese. In quegli ultimi mesi trascorre più tempo possibile nello studio del designer e architetto giapponese Shiro Kuramata: Pawson vide le sue opere per la prima volta quando era adolescente, in un numero della rivista Domus.

Tra le molte conoscenze acquisite durante questo periodo di apprendistato informale, c’era una comprensione del modo in cui Kuramata vedeva il design, e cioè come un processo mentale: abbozzare significa registrare il risultato di una narrativa creativa fondamentalmente già avvenuta.

Fin dall’inizio, tutto il lavoro di Pawson nacque da un atteggiamento nei confronti dello spazio, della superficie, delle proporzioni e della luce e dall'idea di raggiungere uno stato di semplicità attraverso la riduzione. È sempre stato importante per lui che ogni progetto, qualunque fosse la sua scala, esprimesse tutto il pensiero: dal progetto di un intero  monastero cistercense alle modeste dimensioni di un coltello o di un piatto. Il suo processo creativo si basa sull’atto di ridurre ripetutamente fino a raggiungere il punto in cui non. è possibile ottenere alcun miglioramento con un ulteriore raffinamento. Quando il campo visivo ha questa chiarezza, tutto ciò che è posto al suo interno contribuisce/sminuisce la qualità dell'intensità spaziale: tutto - non semplicemente le componenti architettoniche più evidenti di una stanza - diventa un veicolo per generare atmosfera.

Io stesso ho un forte ricordo personale dell’esperienza dello straordinario ambiente fisico creato da Pawson per Chroma, un’opera di un atto del coreografo Wayne McGregor, presentata per la prima volta alla Royal Opera House di Londra nel 2006. Il design di Pawson ha utilizzato i motivi architettonici dell’interno e dell’esterno, entrata e uscita, luce e ombra, vuoto e pienezza, per creare un ambiente spazialmente carico che i ballerini esploravano attraverso i loro corpi. Sebbene il set fosse statico per tutti i 25 minuti di esecuzione del pezzo, lo spazio è stato soggetto a trasformazioni radicali date dal cambiamento delle condizioni della luce. Ha cambiato le mie idee su ciò che era possibile ottenere entro i limiti molto specifici della scenografia.

Nello stesso momento in cui Pawson stava creando la scenografia di Chroma, lavorava al design di due yacht, il B60 Sloop e il 50 metri Baracuda per Perini Navi, per gli armatori che seppero tradurre la distintiva poetica spaziale di Pawson nel contesto particolare delle navi d’alto mare. E ora, più di un decennio dopo, Pawson torna all’acqua per una collaborazione con il cantiere Sanlorenzo per lo sviluppo di un nuovo superyacht di metallo oltre i 40 metri.

Immagine di apertura: John Pawson, foto Orla Connolly

Ultimi articoli di Design

Altri articoli di Domus

Leggi tutto
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka Korea icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views icon-instagram