Innovazione ibrida - Pubbliredazionale - Domus
Viessmann, Vitocaldens 222-F
 

Innovazione ibrida

La tecnologia ibrida di Viessmann assicura efficienza e massimo comfort in tutte le stagioni grazie al sistema ibrido di riscaldamento e raffrescamento che sfrutta fonti energetiche diverse.

 

Pubbliredazionale

Per “sistema ibrido” si intende un dispositivo o un impianto di riscaldamento in cui sono presenti generatori di calore alimentati da fonti di energia diverse, solitamente un combustibile fossile e una fonte rinnovabile. Particolarmente vantaggiosa risulta la soluzione che abbina una pompa di calore ad aria (fonte rinnovabile) con una caldaia a gas (fonte fossile), in quanto entrambe fonti energetiche diffuse e ampiamente disponibili. 

Avere due generatori significa poter utilizzare in ogni condizione di esercizio quello più conveniente e far fronte anche a condizioni di emergenza. Diverse proposte particolarmente innovative in questa direzione provengono da Viessmann, azienda di riferimento del settore.

Viessmann, Vitocaldens 222-F

Ideale per i sistemi di riscaldamento ibrido, Vitocaldens 222-F (qui sopra e in apertura) è dotato di un innovativo display a menù che permette di impostare le fasce orarie di funzionamento. Analogamente a Vitocal 250-S, è gestibile anche da smartphone e tablet grazie a Vitotrol App e Vicare. È disponibile da 1,8 a 34 kW

Tra queste Vitocaldens 222-F: caldaia con bollitore, pompa e componenti idraulici integrati che si propone come soluzione ideale nei casi di ristrutturazione, senza richiedere interventi invasivi sull’impianto. La presenza dell’accumulo sanitario da 130 litri integrato e della caldaia di supporto permette di avere acqua calda sanitaria in abbondanza e sempre pronta all’uso, anche dopo la doccia. Grandi i vantaggi in termini di consumo: l’attivazione del generatore più conveniente è infatti automatica e ottimizzata anche in abbinamento all’impianto fotovoltaico.

La ricerca di Viessmann sui sistemi ibridi si conferma anche con la nuova pompa di calore aria-acqua reversibile Vitocal 250-S, progettata per gestire un generatore esterno a gas o a gasolio fino a 30 kW, anche già installato. Nell’unità interna è presente infatti la componentistica idraulica necessaria per l’interazione della pompa di calore con la caldaia esistente, il cui intervento è controllato dalla regolazione Hybrid Pro Control. La caldaia esistente interviene se la pompa di calore non è in grado di soddisfare la richiesta termica, oppure se il costo dell’energia elettrica non è conveniente rispetto all’utilizzo della caldaia. Grazie alla semplicità di installazione e del collegamento all’impianto esistente, senza interventi invasivi, Vitocal 250-S è ideale per integrare tutti gli impianti in cui la caldaia esistente non risulta conveniente a causa del costo elevato del combustibile fossile. 

Viessmann, Vitocal 250-S

Disponibile da 1,2 a 19,5 kW, Vitocal 250-S è ideale in presenza di un impianto fotovoltaico: monitorando la produzione di energia fotovoltaica consente di massimizzare l’autoconsumo di elettricità per dare sempre la precedenza alla pompa di calore, riducendo i costi per la climatizzazione e per la produzione


Perché conviene scegliere queste soluzioni ibride?

– Perché abbinare una pompa di calore alla caldaia consente di massimizzare l’efficienza dell’impianto di riscaldamento;
– Perché Vitocaldens 222-F e Vitocal 250-S sono ideali nei casi di ristrutturazione, senza richiedere interventi invasivi sull’impianto. Ne risulta un impianto altamente efficiente in grado anche di raffrescare nella stagione estiva;
– Perché con il manager energetico Hybrid Pro Control si possono gestire i due dispositivi in modo automatico, a seconda della convenienza economica o ecologica: in questo modo il risparmio è sempre garantito;
– Perché grazie a Vitrotrol App e alla App Vicare è possibile monitorare l’impianto dallo smartphone o tablet con la massima facilità.