Città in attesa - Portfolio - Domus
Città in attesa
 

Città in attesa

Con linguaggio documentario, Giovanni Hänninen realizza un’indagine dei luoghi che lo sviluppo di Milano ha abbandonato a loro stessi. Come scrive Alberto Amoretti, la sua "è una città dormiente, rannicchiata fra grattacieli e grandi opere di una metropoli affamata di suolo".

 

Portfolio / Giovanni Hänninen


Il progetto fotografico cittàinattesa di Giovanni Hänninen ricostruisce una città virtuale con pezzi di Milano dimenticati. Prende forma una realtà urbana assemblata con luoghi anacronistici, che sembravano aver esaurito la loro missione, ma anche con edifici che sarebbero ancora in grado di vivere e servire la cittadinanza. È una città dormiente, rannicchiata fra grattacieli e grandi opere di una metropoli affamata di suolo. Incuria, fallimenti, ragioni economiche, motivi politici, progetti abortiti ancor prima di essere compiuti. Sono molteplici le cause che hanno reso questi edifici invisibili e, spesso, rifugio degli “invisibili”. Non si tratta di periferie di una città in ritirata, ma luoghi sparsi su tutto il tessuto urbano di una metropoli che sfida il cielo con nuove torri. Una Milano assente, troppo distratta dal cementificare ogni vuoto, per ascoltare i silenzi di edifici in attesa di idee e di coraggio. Luoghi che non chiedono di rimanere uguali a loro stessi, ma che sono pronti a trasformarsi adeguandosi a nuove funzioni. Una lotta silenziosa quella che devono affrontare. Contro il deterioramento che sbriciola piano piano le loro fondamenta e la natura che, quieta, si riprende gli spazi che le sono stati portati via. Alberto Amoretti

Giovanni Hänninen: Cittàinattesa

In apertura: Giovanni Hänninen, La torre, fotografia della serie Cittàinattesa. Qui sopra: Giovanni Hänninen, La stazione, fotografia della serie Cittàinattesa


Giovanni Hänninen ha esposto le prime immagini del progetto fotografico cittàinattesa alla mostra collettiva "Giorni Felici – 20 artisti x 20 artisiti" durante la quale 20 artisti affermati presentavano 20 artisti emergenti. Giovanni Hänninen è stato presentato da Gabriele Basilico. Il progetto – al momento formato da 30 fotografie 40x50, ognuna in tiratura limitata, stampate su carta cotone – è in continuo sviluppo e sarà esposto dal 9 maggio, presso la Galleria Bel Vedere fotografia di Milano, all'interno della mostra "Cesare Colombo e Giovanni Hänninen: una città per due".

dal 9 maggio al 15 giugno 2013
Cesare Colombo e Giovanni Hänninen: una città per due
Bel Vedere fotografia
via Santa Maria Valle 5, Milano


Giovanni Hänninen (1976)
vive e lavora tra Milano e Roma. Dottore di ricerca in Ingegneria aerospaziale, collabora con il Politecnico di Milano. I suoi reportage e ritratti fotografici sono pubblicati su riviste nazionali e internazionali. Ha realizzato indagini fotografiche su temi di architettura e di paesaggio urbano per varie istituzioni tra cui la Camera di Commercio di Milano, l’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia Romagna, il dipartimento di Urbanistica del Politecnico di Milano e il Ministero francese dell'Ecologia e delle Infrastutture. Ha inoltre curato l'indagine fotografica per due saggi di urbanistica: Milano Downtown e L’abitare collettivo. Da alcuni anni è anche uno dei fotografi di scena ufficiali della Filarmonica del Teatro Alla Scala di Milano. I suoi lavori sono stati esposti in spazi prestigiosi e cittàinattesa, il suo progetto più recente, è stato presentato da Gabriele Basilico alla mostra 20x20 alla Fondazione Casa Testori.