Granitifiandre, Suite Fraser di Doha

Progetto Fraser Suites

Disegnato dello Studio Nunziati sorge a Doha uno spazio per l’ospitalità che porta a livelli inediti la qualità di materiali e componenti: a cominciare dalle superfici Fiandre.

Tra le caratteristiche più marcate dello Studio Matteo Nunziati, spicca la sua capacità di agire in maniera agile e coerente attraverso i più svariati settori progettuali – dagli interni all’architettura, dal disegno industriale al Furniture, Fixtures & Equipment –, mettendoli in connessione con coerenza e armonia fra le parti. Grazie a tale peculiarità, lo studio milanese ha saputo distinguersi e assumere negli anni un ruolo di primo piano a livello internazionale nella progettazione di spazi per il settore dell’ospitalità. Uno dei suoi progetti di maggior rilievo, avviato nel 2009 e recentemente concluso, è stato sviluppato in Medio Oriente e commissionato da una importante famiglia del Qatar. Qui lo Studio Nunziati è stato incaricato di realizzare il progetto di un hotel di lusso a 5 stelle, da costruire in una delle zone più prestigiose del Golfo Persico. Sono nate così le Suite Fraser: ricercati spazi per l’ospitalità affacciati sul lungomare di West Bay Doha e ospitati da una torre residenziale di 50 piani, che interpreta in maniera raffinata lo stile décor arabo. All’interno del complesso, un articolato progetto di interior design definisce le qualità ambientali dei 388 appartamenti, oltre che di tutte le aree comuni.

In ogni sua parte, il progetto dello Studio Nunziati ha puntato a ricercare un forte equilibrio tra i risultati estetici e gli aspetti economici. A tale scopo, l’intervento si è avvalso della collaborazione con fornitori costituiti da aziende italiane capaci di costituire un punto di riferimento nel proprio settore a livello internazionale, non solo per gli standard qualitativi elevati offerti ma anche per la qualità dell’assistenza fornita. L’originale interpretazione in chiave contemporanea di una serie di elementi espressivi arabi tradizionali è stata la chiave progettuale adottata per dare vita a un’ambientazione ricercata e dinamica, dal forte carattere e insieme domestica e accogliente. I grandi appartamenti del residence, tutti con angolo cucina, sono destinati al soggiorno a lungo termine di clienti abituati a viaggiare per il mondo e a ricercare spazi sorprendenti, non standardizzati eppure capaci di far sentire “a casa”. Insieme a Molteni (arredamento), FontanaArte (illuminazione), Teuco (sanitari) nell'intervento spicca il ruolo di Fiandre per le pavimentazioni e i rivestimenti a parete, partner che ha permesso ai progettisti di esprimere al meglio la propria creatività, valorizzando le qualità emozionali delle Suite Fraser.

Img.4 I pavimenti in porcellanato Marmi Maximum dialogano con il calore delle luci e dei colori degli altri materiali, richiamando le tonalità del deserto
I pavimenti in porcellanato Marmi Maximum dialogano con il calore delle luci e dei colori degli altri materiali, richiamando le tonalità del deserto

Per il progetto delle Suite Fraser, Fiandre ha fornito una vasta gamma di raffinate ceramiche, specificatamente destinate alle diverse zone funzionali dell’edificio. Le piastrelle in porcellanato di Travertino Maximum, caratterizzate dalle tonalità avvolgenti scandite dalle venature del marmo, valorizzano l’eleganza della lobby, evocando le morbide sfumature della sabbia del deserto e offrendo agli ospiti un’atmosfera accogliente e rilassante. Calacatta Maximum, circondato da motivi ornamentali mediorientali, esalta l’intensa luminosità e la ricercatezza stilistica dei ristoranti, mentre Gold Onyx Maximum è la specifica nota espressiva che connota fortemente la lounge al 32° piano. Ogni elemento impiegato è valorizzato dalle superfici lucide e da eleganti dettagli. Le lastre in porcellanato, tutte della collezione Marmi Maximum, si propongono nel particolare maxi-formato di 300x150 cm, che assicura un forte impatto su vaste superfici, riducendo le interruzioni delle fughe nelle pavimentazioni. A tale caratteristica si aggiunge quella dello spessore minimo di soli 6 mm, che garantisce notevoli vantaggi in termini di trasporto, posa e interazione strutturale, grazie alla notevole leggerezza.

 

Il “super-formato”, la grande leggerezza e l’elevata resistenza, oltre al ricercato disegno della superficie, pongono le qualità del porcellanato Marmi Maximum Fiandre in forte competizione con quelle dei marmi più ricercati. La necessità di manutenzione ridotta, di posa anche in sovrapposizione a superfici esistenti, e la garanzia di grande durata rendono inoltre questo prodotto ideale per l’applicazione in spazi commerciali a varia destinazione, specie quelli interessati dal transito di grandi flussi di persone. La combinazione di qualità estetiche e prestazionali ha così consentito a Fiandre di ottenere una gamma di prodotti sempre più versatili, capaci di rappresentare un dinamico strumento esecutivo per l’attuazione delle idee di architetti e interior designer. A tali caratteristiche, nel caso del progetto delle Suite Fraser, si è aggiunta la dettagliata e continua assistenza di Fiandre nel corso di tutto il progetto, dalla negoziazione commerciale all’esecuzione finale dei lavori. Il “Made in Italy” è stato così interpretato non tanto come uno stile ma come una profonda attitudine progettuale, capace di definire l’intervento sugli spazi in ogni possibile variabile, e di condurre l’architettura e i suoi interni verso un nuovo standard qualitativo.

Img.5 Un dettaglio di Marmi Maximum: per caratteristiche tecniche ed estetiche il materiale è competitivo con i marmi più ricercati
Un dettaglio di Marmi Maximum: per caratteristiche tecniche ed estetiche il materiale è competitivo con i marmi più ricercati
China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views