Ventisei residenze sociali in Francia

Il complesso residenziale progettato dallo studio francese Odile + Guzy Architectes a Chalon-sur-Saône comprende appartamenti, case a schiera e spazi aperti con diversi gradi di privacy.

Odile + Guzy Architectes, 26 social housing, Chalon-sur-Saône, France, 2017

Odile + Guzy Architectes ha realizzato un complesso di ventisei residenze sociali a Chalon-sur-Saône. Lo studio francese ha affrontato la sfida di dover costruire degli edifici di legno in un’area di progetto chiusa e arretrata rispetto alla strada principale. Sono stati realizzati alcuni blocchi frammentati con appartamenti (venti abitazioni) e una fila di case a schiera (sei abitazioni), disposti attorno a uno spazio centrale con percorsi, spazi esterni e una vegetazione rigogliosa.

I volumi degli alloggi intermedi creano un filtro tra  giardini interni e parcheggio. I vuoti creano una sequenza di esperienze al passaggio. Questa mise en scene è integrata dalla presenza di scale e ponti pedonali esterni, che propongono e inquadrano panorami urbani eterogenei. L’orientamento dei blocchi per appartamenti dialogano con la strada davanti e la fila di case unifamiliari dietro. La disposizione interna consente tipologie abitative differenti, ognuna con un suo spazio aperto privato e la vista libera verso l’esterno.

Fig.14 Odile + Guzy Architectes, 26 social housing, Chalon-sur-Saône, Francia, 2017
Fig.14 Odile + Guzy Architectes, 26 social housing, Chalon-sur-Saône, Francia, 2017

I volumi costruiti sono rivestiti di listelli verticali di legno, che ritmano la facciata. Questo gioco di pattern e vibrazioni si estende lungo le terrazze, con schermature sempre di legno che garantiscano la giusta privacy e la protezione dal sole. La qualità degli spazi esterni è una componente essenziale del progetto, con ampie zone per la socializzazione e tanto verde. Sono stati piantati alberi e arbusti con fogliame sempreverde che presto colonizzeranno i giardini. Diverse varietà di betulle, selezionate per la crescita limitata e per lo sviluppo verticale, introdurranno forme snelle che dialogano con quelle del progetto costruito.

Fig.13 Odile + Guzy Architectes, 26 social housing, Chalon-sur-Saône, Francia, 2017
Fig.13 Odile + Guzy Architectes, 26 social housing, Chalon-sur-Saône, Francia, 2017

Particolare attenzione è stata prestata alla “quinta facciata”. Le tegole colorate del tetto offrono una scala individuale e costituiscono un elemento decorativo per il complesso. In voluta opposizione con la monotonia delle facciate delle abitazioni circostanti, la disposizione delle tegole ricorda la geometria dei diamanti. Gli spazi privati del giardino non sono in opposizione a quelli comuni. Gli architetti francesi hanno voluto creare un’articolazione di spazi con gradi differenti di intimità. Gli spazi comuni, i giardini privati, i percorsi, le passerelle e le scale esterne consentono un’ampia varietà di usi, pratiche e interazioni sociali.

Ultimi articoli di Architettura

Altri articoli di Domus

China Germany India Mexico, Central America and Caribbean Sri Lanka icon-camera close icon-comments icon-down-sm icon-download icon-facebook icon-heart icon-heart icon-next-sm icon-next icon-pinterest icon-play icon-plus icon-prev-sm icon-prev Search icon-twitter icon-views