MIARD - Pubbliredazionale - Domus
Piet Zwart Institute. Merle Flügge, The Fantastical Backstage Merle Flügge
 

MIARD

Come il Master del Piet Zwart Institute alla Rotterdam University of Applied Sciences riscrive i codici dell’architettura d’interni. La facoltà darà la precedenza alle iscrizioni che perverranno entro il 1° marzo.

 

Pubbliredazionale

Gli architetti d’interni devono oggi affrontare un mondo in continua trasformazione, fatto di nuove sfide immobiliari, tecnologiche, sociopolitiche, ecologiche ed economiche.

La professione del progettista è chiamata così ad ampliare i propri orizzonti, a rispondere alle sfide della complessità contemporanea e a prefigurare il futuro del proprio ruolo. Per rispondere alle esigenze di questo mondo in continua mutazione è nato il Master internazionale in Interior Architecture: Research + Design (MIARD) del Piet Zwart Institute, un corso post-laurea della Willem de Kooning Academy presso la Rotterdam University of Applied Sciences che offre agli studenti un’approfondita formazione magistrale mirata al complesso e dinamico settore dell’architettura d’interni.

Piet Zwart Institute, MIARD. Video by Lust

Rimettendo in discussione le convenzioni dell’architettura d’interni, MIARD punta a superare i tradizionali confini disciplinari del settore, con l’obiettivo di dare vita a nuove prospettive di creazione dello spazio. Il progetto di ricerca possiede una natura pluridimensionale, è cioè attivo contemporaneamente su più percorsi e su più scale, dal locale al globale, dagli oggetti all’architettura. L’impostazione formativa e progettuale, pluridisciplinare e proattiva, genera un’atmosfera di apertura e rigore intellettuale che intende favorire la nascita dei progettisti più innovativi per il XXI secolo.

Piet Zwart Institute. Pawel Szubert, Chromophobia. Photo by Javi Lloret

In apertura: Piet Zwart Institute. Merle Flügge, The Fantastical Backstage. Qui sopra: Pawel Szubert, Chromophobia. Photo by Javi Lloret

All’interno degli spazi di MIARD gli studenti dispongono di spaziosi laboratori per elaborare i loro progetti e di stazioni di lavoro dotate di avanzate tecnologie analogiche e digitali, con l’assistenza di tecnici esperti. Studenti e docenti provengono da tutto il mondo e portano con sé una varietà di stimoli culturali che si intrecciano con gli scambi con la città, con la sua complessa storia e con il suo dinamico ambiente urbano.

Piet Zwart Institute. Sanne van der Ploeg, 7/7

Piet Zwart Institute. Sanne van der Ploeg, 7/7

Intitolato al pioniere olandese della modernità Piet Zwart, trasversale sperimentatore di linguaggi e contesti differenti, l’istituto offre una ricca combinazione di formazione specializzata e scambio interdisciplinare, in un ambiente che favorisce il raccoglimento dello studio. La comunità internazionale degli studenti del MIARD lavora così a stretto contatto con un importante corpo accademico fatto di architetti, architetti d’interni, designer, artisti, ricercatori ed esperti di varie discipline. I docenti offrono una cultura formativa variegata e poliedrica, in modo da consentire agli studenti di progredire al massimo nella conoscenza, nei rapporti professionali e nelle occasioni di carriera. A tali attività si affianca la promozione di un fitto programma di manifestazioni pubbliche, convegni, tavole rotonde e conferenze, mostre nazionali e internazionali, che si sommano ai numerosi viaggi di studio. Ogni anno importanti professionisti di varie discipline sono invitati a tenere lezioni e a lavorare con gli studenti e i docenti.

Piet Zwart Institute. Sofia Angelopoulou, The New Union Space of Labor

Piet Zwart Institute. Sofia Angelopoulou, The New Union Space of Labor

Dal punto di vista dei programmi, il Piet Zwart Institute si articola in quattro corsi magistrali: Fine Art (Belle Arti), Interior Architecture: Research + Design (Architettura d’interni: ricerca e progettazione), Master Media Design: Experimental Publishing and Lens-Based (Corso magistrale in progettazione multimediale: editoria sperimentale e sistemi ottici), Master Education in Arts (Corso di laurea magistrale in Arte). Tutti si basano su una comune attenzione per i complessi presupposti sociali, culturali e politici di ciascuna disciplina. Attraverso un curriculum originale appositamente concepito – che unisce lezioni frontali, assistenza individuale intensiva da parte di tutor, ricerca applicata alla professione e ricerca teorica – i corsi formano giovani professionisti dotati di una concezione criticamente riflessiva e inventiva del proprio lavoro.

Piet Zwart Institute. The Transdisciplinary Studio, Berlin. Tomas Saraceno Studio visit, Fall 2016. iPhoto by Alex Suarez

Piet Zwart Institute. The Transdisciplinary Studio, Berlin. Tomas Saraceno Studio visit, Fall 2016. iPhoto by Alex Suarez

Grande attenzione è inoltre riservata alla visibilità dei risultati ottenuti. Una ulteriore peculiarità del Master risiede infatti nella sua attitudine a operare a contatto con la sfera pubblica, da un lato attraverso la promozione del lavoro degli studenti, dall’altro grazie alla partecipazione a manifestazioni professionali e a collaborazioni esterne con celebri istituzioni. Opere recenti degli studenti e degli ex allievi sono state esposte, tra l’altro, al Salone del Mobile di Milano, all’Het Nieuwe Instituut, a TENTLondon. I progetti del MIARD hanno ottenuto visibilità sulla stampa internazionale in testate come Domus, Dezeen, Archinect, Designboom. MIARD è stato recentemente citato come “corso magistrale internazionale di punta” nel volume Masterclass Interior Design: Guide to the World’s Leading Graduate Schools, pubblicato dalla rivista Frame.

Piet Zwart Institute. The Interior Does Not Exist, Interior Biennale Exhibition 2014, Kortrijk, Belgium. Photo by Jaime Serrano

Piet Zwart Institute. The Interior Does Not Exist, Interior Biennale Exhibition 2014, Kortrijk, Belgium. Photo by Jaime Serrano

Per approfondire l’offerta formativa del MIARD si possono visitare i siti pzwart.nl e miard.pzwart.nl. Possono presentare domanda al corso i candidati con una laurea e/o Master in architettura, design d’interni/architettura, design dello spazio, design del prodotto, graphic design o di altre discipline artistiche – ma sono invitati a presentare domanda anche persone di grande talento e creativi provenienti da altri ambiti disciplinari. Le iscrizioni che perverranno entro il 1° marzo 2017 saranno valutate con precedenza sulle altre.

Piet Zwart Institute. Katarzyna Skorupska, Shifting environments of an immaterial worker

Piet Zwart Institute. Katarzyna Skorupska, Shifting environments of an immaterial worker


Piet Zwart Institute

Wijnhaven 61
3011 WJ, Rotterdam
Olanda

Telefono (da lunedì a venerdì): +31 (0)10 794 7405
e-mail: pzwart-info@hr.nl
facebook.com/PZIMIARD/