LNU Lab - Notizie - Domus
LNU Lab, Genderation Inc., 2017
 

LNU Lab

LNU Lab specula sugli scenari futuri della nostra società, dove il contatto umano diventa tabù, il gender si sceglie solo in pubertà e la violenza domestica ha il suo brand.

 

Notizie

LNU Lab è il progetto finale degli studenti di Design+Change della Linnaeus University, dove ci si immerge in una ricerca sul futuro e la sostenibilità sociale. Il design speculativo è ancora considerato uno dei rami più concettuali e meno conosciuti della disciplina, e gli studenti hanno cercato di condividere messaggi e riflessioni radicali.

LNU Lab, UOK e DNA Fashion, 2017

In apertura: LNU Lab, Genderation Inc., 2017. Qui sopra: UOK (a sinistra) e DNA Fashion (a destra)

UOK è un progetto in cui l’individualismo è avanzato a tal punto da rendere il contatto umano un tabù e dove le persone ripongono la propria fiducia solo ed esclusivamente nel conforto dato da speciali prodotti pensati per attenuare la solitudine. La Sensory Design Aid fornisce cinque prodotti che incoraggiano la solitudine, basati sui cinque sensi, tutti in grado di reprimere ogni desiderio di contatto umano.

LNU Lab, Genderation Inc., 2017

LNU Lab, Genderation Inc., 2017

Genderation Inc. fornisce metodi all’avanguardia nello sviluppo di sistemi riproduttivi e caratteri sessuali secondari. Bloccando lo sviluppo genitale negli embrioni, tutti i bambini nascono uguali e possono scegliersi il tipo di corpo da avere una volta raggiunta la pubertà. Tutti i caratteri sono attivati da un trattamento ad androgeni o estrogeni nelle zone volute, e la gamma di prodotti consente una grande quantità di combinazioni per sostenere diversità ed espressione di sé.

Il progetto “Xenotransplantation”, o xenotrapianto, specula sul processo di innesto o di trapianto di organi e tessuti tra specie diverse, attivando un dibattito sulla attuale carenza di organi vitali, e su possibili scenari alternativi.

LNU Lab, Xenotransplantation, 2017

LNU Lab, Xenotransplantation, 2017

Black & Blue, invece, si focalizza sulla violenza verso le donne nelle relazioni private, con un prodotto provocatorio che porta a una riflessione sulla sicurezza domestica delle donne, e su questioni di uguaglianza e di genere. Il risultato è un brand denominato Black & Blue, che vende trucchi e prodotti per la pelle femminili che vivono in ambienti ostili. Black & Blue vende una vasta gamma di prodotti, ha un sito web con informazioni, blog, immagini prima e dopo, e un negozio online. I prodotti sono stati sviluppati con cura, facendo ricerche sulla violenza domestica, ma anche attraverso l’utilizzo di cellule staminali umane per rigenerare e curare la pelle, coprendo contusioni e altre tracce indesiderate.

LNU Lab, Black&Blue, 2017

LNU Lab, Black&Blue, 2017


LNU Lab
Scuola: Linnaeus University Småland
Designer: Axman Erica, Briland Julian, Carlén Anna, Czarny Michael, Grubb Armelle, Gu Junjie, Guajardo Alban, Hulthén Wictor, Lindner Annelotte, Mabilia Greta, Mas Gabriela, Okruhlikova Nadja, Pasqualini Maria, Shao Xinyue, Shields Lisa, Sohrabi Mohammad, Strömberg Chikako, Sweep Femke, Sofia Röjne, Emelie Sandahl, Adam Priester, Maria Lindbeck, Elis Frederiksen, Ebba Johansson
Coordinatori: Lilja Petra, Salinas Miguel, Hruza Stephan