Footcheball - Notizie - Domus
Footcheball
 

Footcheball

Commissionato a Guinée*Potin Architectes da Voyage à Nantes per l’edizione 2014 di “Playgrounds”, il Footcheball è un nuovo segnale urbano sulla banchina dell’isola di Nantes.

 

Notizie

Footcheball è stato commissionato da Voyage à Nantes per l’edizione 2014 di “Playgrounds”, che invitatava a progettare dei parchi gioco (iniziativa nata nel 2012 da un’idea di Patricia Buck e Rafael Magrou).

“Playgrounds” è un invito a fare nuovi sport e divertirsi, ma anche una proposta agli abitanti e ai turisti di guardare la città in un modo nuovo, come una sovrapposizione di sorprese e spazi liberi. Combinando squash, ‘baby-foot’ e calcetto, il Footcheball è uno sport che si gioca in uno spazio definito, la Chaum-Room, aperta a tutti a patto che se ne rispetti lo spirito.

Footcheball

Agence Guinée*Potin Architectes, Footcheball, Quai François Mitterrand, Nantes, Francia

Il progetto si trova sull’isola di Nantes, vicino al Quartier de la Création, sulla banchina François Mitterrand, tra la città, la Loira e il parco naturale dell’isola Mabon, al punto di incontro tra spazio costruito e natura.

Un lungo campo, che si estende dal Palais de Justice all’Ecole Nationale Supérieure d’Architecture de Nantes, con due alberi. Proprio tra questi due alberi è stato collocato Footcheball, sfruttando la lunghezza e la presenza dell’erba, terreno perfetto su cui giocare.

Agence Guinée*Potin Architectes, Footcheball, Quai François Mitterrand, Nantes, France

Agence Guinée*Potin Architectes, Footcheball, Quai François Mitterrand, Nantes, Francia

In questo contesto “bipolare”, Footcheball si propone di diventare un segnale urbano. La Chaum-Room è una sorta di classica casa colonica francese, caratterizzata da due facce: una coperta di paglia, lungo la strada François Mitterrand, di fronte al parco di Mabon e in contatto con l’architettura cementizia del lotto Habiter les Quais, progettato da Nicolas Michelin; dall’altro lato una griglia in metallo, scandita dalla struttura in legno, con vista sulla Loira, lungo il percorso pedonale.

La Chaum-Room sottolinea così i contrasti del Quartier de la Création. Il prospetto coperto di paglia rivela i paesaggi ligeriani, offrendo una continuità verticale al percorso erboso che sottolinea l’orizzontalità del sito, e una texture ludica in contrasto con gli elementi metallici e cementizi e le linee verticali degli edifici abitativi circostanti. Questo prospetto volge le spalle a Habiter les Quais e invita il visitatore ad andare verso l’altro lato, dove la rete metallica si estende nella prospettiva del paesaggio urbano dell’isola.

Agence Guinée*Potin Architectes, Footcheball, Quai François Mitterrand, Nantes, France

Agence Guinée*Potin Architectes, Footcheball, Quai François Mitterrand, Nantes, Francia

La prospettiva è sottolineata dal ritmo della struttura in legno. La rete metallica permette di vedere il gioco dal percorso pedonale, fermandosi sulla riva del fiume per seguire la partita; i giocatori possono vedere la Loira e godere della luce proveniente da nord, che si diffonde sul campo e accende i colori caldi dei pannelli di legno che rivestono internamente la fa facciata opposta.

Il progetto sfrutta le caratteristiche del sito e appare semplicemente appoggiato sul campo. In realtà è impostato su fondamenta leggere a vite Krinner, avvitate nel terreno, e l’intera costruzione è stata prefabbricata fuori opera.

La struttura è composta da nove telai lignei a portico, otto pannelli per la facciata e otto per il tetto. Questi pannelli sono stati prefabbricati in officina, assicurando in questo modo il controllo dei dettagli, del montaggio, e garantendo un processo costruttuvo silenzioso.

La facciata sud, coperta con uno strato di paglia di circa 28 centimetri, costituisce una protezione per i giocatori contro il sole e il caldo. Questo schermo solare è completato dalla presenza degli alberi, uno a ogni estremità della Chaum-Room.


Footcheball, Quai François Mitterrand, Nantes, Francia
Tipologia: campo da gioco
Architetti: Agence Guinée*Potin Architectes
Design Team: Anne-Flore Guinée e Hervé Potin architects; Florian Carré
Ingegneria: ECSB (struttura lignea)
Imprese: Cruard, Le Goff
Committente: Le Voyage A Nantes
Area: 60 mq
Completamento: 2014