Non c’è Italia senza spine - Domus
 

Il vuoto e le tracce

Il progetto di Vincenzo Latina per il recupero delle cave di Lampedusa è pensato per ridare voce al ricordo di una delle più grandi e disperate migrazioni dei nostri tempi e al contempo a rendere giustizia alla vocazione turistica dell’isola.

 

Architettura / Paola Barbera

 

6 x 2 (la quarta Italia)

Le grandi culture sono costruite sulle grandi contraddizioni e per questo l’Italia è tra i campioni mondiali della contraddizione.

 

Opinioni / Jeffrey Schnapp

Piccoli giganti

Il “futuro antico” del Made in Italy ci porta alla scoperta di alcune aziende – tra cui Cangiari e Taroni – la cui intraprendenza e impreditorialità legata ai territori fanno da scuola.

 

Design / Chiara Alessi

 

Un capolavoro in pericolo

La Villa Nemazee a Teheran, disegnata da Gio Ponti e realizzata tra il 1957 e il 1964, rischia di essere rasa al suolo. Per fermare la demolizione è stata lanciata una petizione internazionale.

 

Architettura / Maria Manuela Leoni

 

Non c’è Italia senza spine

Nell’introduzione al numero speciale di maggio dedicato all’italia, Fulvio Irace dice che mai come in questo momento l’Italia ha bisogno di consolidare la propria vocazione all’eccellenza e di rinforzare la pratica del progetto come trasformazione del passato in futuro vivente.

 

Architettura / Fulvio Irace

Domus 1013 è in edicola

Nel numero speciale di maggio a cura di Fulvio Irace, Domus racconta la specificità dell’Italia, con progetti di Renzo Piano, di Gio Ponti, Caruso+Torricella, Canali, C+S Architects e testi di Emilio Ambasz, Chiara Alessi, Francesca Molteni, Italo Lupi, Vanni Pasca tra gli altri. Un numero da collezionare!

 

Notizie