Stone Matters - Architettura - Domus
AAU Anastas, Stone Matters, Jericho, 2017
 

Stone Matters

Il padiglione realizzato in pietra locale dallo studio AAU Anastas e Laboratoire GSA unisce modalità di fabbricazione digitale e saperi e tecniche disponibili in un quartiere periferico di Gerico, Palestina.

 

Architettura

In Palestina l’uso della pietra come materiale strutturale è in via di abbandono: nonostante sia un materiale abbondante, usato spesso in passato per diverse soluzioni strutturali, è oggi utilizzato solo come materiale di rivestimento e molte tecniche del passato stanno scomparendo. Questa ricerca intende attualizzare la stereotomia – il processo di taglio della pietra – con modalità contemporanee di costruzione dell’architettura.

 

La ricerca utilizza nuove tecniche di simulazione e di fabbricazione digitale per pensare una tecnica di costruzione contemporanea in pietra e sviluppare un linguaggio architettonico contemporaneamente locale e globale. Stone Matters si basa su un principio costruttivo innovativo che permette forme inusuali per questo tipo di strutture. L’innovazione architettonica nasce dalla forma della struttura e dalla stereotomia.

AAU Anastas, Stone Matters, Gerico, 2017

AAU Anastas, Stone Matters, Gerico, 2017


La volta copre una superficie di 60 mq ed è alta 7 m, con uno spessore costante di 12 cm. La sua geometria segue la forma di una superficie curva. Basandosi su linee geodetiche sono state studiate le singole pietre e i loro incastri. L’intera struttura è realizzata con 300 pietre dalla forma unica, che si supportano reciprocamente.

AAU Anastas, Stone Matters, Gerico, 2017

AAU Anastas, Stone Matters, Gerico, 2017


Al di là delle questioni scientifiche e tecniche che rendono Stone Matters un oggetto unico, il progetto rappresenta anche una sfida culturale: è stato infatti realizzato interamente con saperi e tecniche disponibili in un quartiere periferico di Gerico. Dalla combinazione di lavorazioni locali differenti è stato ottenuto un risultato unico e innovativo. Attraverso una ricerca sulle città storiche palestinesi, il progetto mette in connessione le tecniche di costruzione alla morfologia urbana, creando un possibile legame non gerarchico tra la scala della stereotomia e quella urbana. L’idea è quella di suggerire nuove morfologie urbane legate all’uso innovativo di un materiale molto diffuso e disponibile in Palestina.

AAU Anastas, Stone Matters, Gerico, 2017

AAU Anastas, Stone Matters, Gerico, 2017



Stone Matters, Gerico
Tipologia: padiglione
Architettura: AAU Anastas
Laboratori di ricerca: Scales e GSA Lab
Superficie: 60 mq
Completamento: 2017