Matteo Casari: Abitazioni in via Pesenti 91, Dalmine (BG) - Architettura - Domus
Matteo Casari: Abitazioni in via Pesenti 91, Dalmine (BG)
 

Matteo Casari: Abitazioni in via Pesenti 91, Dalmine (BG)

Una casa fortino presidia il limite urbano radicandosi al suolo e guardando il cielo. Foto Valentina Giovanzani

 

Architettura

Le abitazioni in via Pesenti 91 sviluppano il tema dell'edificio-fortezza volto a presidiare il limite edificato; si insedia , infatti, sul confine del Parco del Fiume Brembo. La costruzione sorge su un lembo triangolare di terreno rivolto verso la depressione naturale del parco, adattandosi e interpretando i caratteri del suolo.

Le unità abitative, due duplex ai piani inferiori e quattro ai due superiori, si rivolgono verso il corso del fiume ortogonalmente a via Pesenti.
Gli alloggi ai piani bassi si rapportano direttamente col parco e sono avvolti dalla fitta vegetazione del bosco, mentre le abitazioni ai piani alti si relazionano direttamente con il cielo secondo una sequenza di elementi che stabiliscono una referenza diretta con l'opera di Livio Vacchini.

La costruzione si fonda quindi su due registri visivi differenti: lo sguardo panoramico governa gli appartamenti inferiori, una visione centrale vincola gli alloggi superiori. Tali diverse percezioni portano inevitabilmente, anche per natura costruttiva, alla costituzione di densità differenti.
La massa inconsistente ritmata dai solai orizzontali nei duplex inferiori nasce dal suolo inclinato e acquista la stessa consistenza della vegetazione di cui cerca di riprodurre le regole compositive. In questo ambiente naturalmente artificiale luci e ombre si fondono.

Il volume pieno degli alloggi superiori, i cui spigoli vivi rompono in modo netto le ombre aumentandone l'effetto plastico, dialoga con l'apparenza impalpabile del cielo secondo un linguaggio di geometrie pure.

I due registri si legano ai loro referenti diretti, una radicata al suolo e l'altra appesa al cielo. Tale differente condizione gravitazionale genera una tensione in corrispondenza del piano di contatto che si esprime nel distacco delle due masse. Questo stacco che assume un'altezza di 1,30 m consente alla vista dalla strada di oltrepassare l'edificio attribuendoli un forte valore pubblico nel restituire alla collettività uno spazio privato.

Abitazioni di via Pesenti 91, Dalmine (BG)
Progetto: Matteo Casari Architetti
Collaboratori: Valentina Giovanzani, Davide Brevi, Andrea Previtali
Anno di realizzazione: 2008/2009

Atlante istantaneo dell’architettura italiana
 

Atlante istantaneo dell’architettura italiana

125 progetti selezionati da Domus delineano le trasformazioni del paesaggio italiano.

 

Architettura / Stefano Casciani